Categorie

Informazioni

Ultime Recensioni

Nuovi prodotti

Torna in forma a Settembre: perdi una taglia in una settimana!

Pubblicato : 10/09/2018 17:21:31
Categorie : Perdere peso

Settembre. Alzi la mano chi, al ritorno dalle vacanze, non si è ritrovata un rotolino in più nei punti critici per essersi concessa qualche trasgressione di troppo.

>>> Calcola il tuo peso ideale: clicca qui <<<

Complici le uscite a cena e aperitivi vari, il desiderio più grande di tutte noi è quello di depurarci.

Il segreto per affrontare con grinta il rientro in città e ricominciare a lavorare con il piede giusto. 

Puoi sentirti più energica e naturalmente sgonfia, grazie ad un regime alimentare di una settimana. Un programma metabolico ipocalorico equilibrato, oltre che disintossicante e anti-age, grazie all'alta presenza di alimenti che contengono antiossidanti, sostanze protettive per il nostro organismo. Aiuta il fegato a smaltire gli eccessi calorici e di grassi dell'estate, può aiutare a migliorare la funzione intestinale e la diuresi favorendo l'eliminazione delle tossine e, se si rispettano le indicazioni sulle dosi delle portate, può aiutare a perdere una taglia.

I menu sono preparati seguendo delle corrette combinazioni alimentari, utilizzando i cibi in sinergia tra loro per ottenere un'azione drenante e contrastare la ritenzione di liquidi, grazie anche agli estratti vegetali.

Il menu quindi, prevede un antipasto a base di ortaggi, poi si continua con un piatto principale, equilibrato e gustoso, a base di legumi o cereali, carne o pesce. Il tutto accompagnato da una porzione di verdura cotta. E non manca neanche il dessert: un frutto al forno condito con spezie, una granita o un sorbetto soddisfano la voglia di dolce e hanno poche calorie.

Vietato vietare, quindi, perché con i giusti alimenti è possibile rimettersi in forma appagando vista e palato.

Un programma settimanale completo. Le cuoche provette possono cimentarsi nella preparazione delle ricette gourmant, altrimenti sono indicate le relative sostituzioni.

La dieta in breve

  • Il regime alimentare proposto dura una settimana, ma può essere ripetuto per altri sette giorni.
  • Sono previsti cinque pasti al giorno: colazione, spuntino della mattina, pranzo, merenda e cena.
  • A pranzo e a cena i menu possono essere accompagnati da 20 grammi di gallette integrali o una fettina di pane, da mangiare tostato perché è più digeribile ed evita eventuali gonfiori.
  • La porzione di pasta è di circa 50 grammi, 60 se di tipo integrale. Le paste integrali sono consigliate perché, grazie alle fibre, saziano di più, "rendono" maggiormente in cottura e, nell'intestino, riducono l'assorbimento dei grassi da condimento, oltre a quello dei carboidrati stessi.
  • La dose di carne bianca è di 150 grammi (a crudo e al netto degli scarti).
  • La quantità di pesce (a crudo e al netto degli scarti) consigliata è di 200 grammi.
  • Porzioni di verdure: da cuocere 200 grammi; da mangiare in insalata 50 grammi.

Tutto il buono del pesce 

È l'alimento principe della dieta: fonte di proteine nobili, il pesce ci fornisce, infatti, tutti gli aminoacidi essenziali, indispensabili per la sintesi proteica, un processo, grazie al quale il nostro organismo viene rifornito del "materiale" necessario per il mantenimento e la ricostruzione delle strutture cellulari. Inoltre, è una preziosa fonte di Omega-3, grassi "buoni" che hanno la capacità di preservare (e ritardare) il nostro organismo dalla naturale degenerazione e che proteggono l'apparato cardiovascolare.

Ma le virtù del pesce non finiscono qui: tutti i prodotti di mare contengono molto iodio, il minerale più prezioso per la linea perché è quello che regola il metabolismo.

È necessario per la formazione degli ormoni prodotti dalla tiroide. Questi ormoni controllano la velocità e l'efficacia con cui gli alimenti vengono trasformati in energia, oltre a regolare lo sviluppo fisico e mentale.

Le fonti migliori di iodio sono il pesce, i frutti di mare e le alghe. Alle mille virtù di triglie, pesce spada, orata & Co. si aggiungono anche l'alta digeribilità e il modesto apporto calorico: 100 g di spigola, per esempio equivalgono a 82 calorie, contro le 240 della mozzarella.

Consigli per la Remise en Forme

NO A saltare i pasti e al digiuno. Perché, se fatti senza il controllo medico e in modo autonomo, possono favorire la restrizione calorica che abbassa il metabolismo. Così nel pasto successivo, l'organismo in allarme assimila di più e trasforma più facilmente tutto quello che abbiamo mangiato in grasso.

SI All'uso di spezie e piante aromatiche: via libera a curcuma, basilico, curry, cannella e peperoncino. È stato dimostrato che possiedono tutti una forte azione protettiva dell'organismo e aumentano la sensazione di sazietà. Il peperoncino, inoltre, stimola la termogenesi, così sudiamo di più. E inoltre migliora la digestione.

NO All'eccesso di sale: è vero che insaporisce le ricette, ma è anche vero che può aumentare la ritenzione idrica e favorire l'ipertensione nelle persone predisposte.

SI A iniziare i pasti con brodi vegetali o tisane, che aiutano a ottenere una funzione disintossicante, rimineralizzante e drenante. Gli ortaggi e le verdure dell'antipasto, inoltre, garantiscono l'assunzione di fibre solubili che aumentano presto la sensazione di sazietà e regolarizzano il transito intestinale. Possono essere preparate fresche, tipo crudité, o grigliate, possibilmente senza condimento e senza sale.

NO Alle bibite dolcificate, ricche di zuccheri semplici, e all'alcol, per facilitare il lavoro di depurazione messo in atto dal fegato.

SI Alle tisane depurative da sorseggiare durante il giorno: una bella tisana di tarassaco, per esempio, può essere utile per cominciare la giornata favorendo l'eliminazione delle scorie accumulate nell'organismo. Dopo cena, invece, via libera ad una tisana ai semi di finocchio che aiuta a sgonfiarsi, è depurativa e favorisce la digestione. Prima di andare a dormire, ok a passiflora e tiglio, che regalano tranquillità garantendo un buon sonno.

NO All'utilizzo di grassi animali per condire. Per questa settimana, è bandito il burro perché ricco di grassi saturi.

SI All'olio extravergine d'oliva: senza esagerare, ovviamente. Due cucchiaini da tè al giorno (20 g) sono sufficienti.

Il menu depurativo di una settimana

GIORNO 1. LUNEDÌ 

APPENA SVEGLI un bicchiere di acqua e limone.

COLAZIONE un infuso di tarassaco • caffè d'orzo dolcificato con miele grezzo o una tazza di tè verde • yogurt • cereali

SPUNTINO MATTINA una fetta di anguria o melone e due pomodori

PRANZO

Antipasto: indivia belga alla griglia con salsa agli agrumi (in alternativa alla salsa agli agrumi, prepara un'emulsione ottenuta spremendo un'arancia e un limone. Aggiungi sale, pepe nero e un cucchiaio di olio extravergine d'oliva). Piatto principale: spaghetti integrali con calamaretti, peperoncini verdi e pomodoro confit (in alternativa: pasta gamberi e zucchine. Taglia a fettine una zucchina e cuocila sulla griglia. Riducila a tocchetti e mettila in una terrina. Sguscia e lava 100 g di code di gambero, asciugale e grigliate per 5 minuti. Uniscile alle zucchine, sala e condisci il tutto con un cucchiaino di olio e foglie di basilico e menta spezzettate. Lessa 60 g di spaghetti integrali, scolali al dente e versali nella terrina). Dolce: frutta fresca di stagione.

MERENDA due prugne o una pesca

CENA

Antipasto: ratatouille di verdura (in alternativa: padellata di peperoni, zucchine, cipolle rosse, melanzane e pomodori fatti cuocere in tegame con un filo di acqua e conditi con basilico e peperoncino). Piatto principale: zuppa di fagioli con frutti di mare, baccalà e perle di provola affumicata (in alternativa: zuppa di fagioli e cozze con dadini di provola). Dolce: granita ai frutti di bosco.

GIORNO 2. MARTEDÌ 

APPENA SVEGLI un bicchiere di acqua e limone.

COLAZIONE un infuso di tarassaco • caffè d'orzo dolcificato con miele grezzo o una tazza di tè verde • yogurt • cereali

SPUNTINO MATTINA una fetta di anguria o melone e due pomodori

PRANZO

Antipasto: finocchi gratinati con crema alla soia (la crema di soia, chiamata anche panna vegetale, è facilmente reperibile in tutti i supermercati. Per ottenere la ricetta basta mondare un finocchio in quarti, scottarlo in acqua salata, cospargerlo con crema di soia e una spolverata di formaggio grattugiato e quindi gratinarlo in forno su una teglia rivestita di carta da forno a 200° C per circa 20-25 minuti). Piatto principale: petto di pollo cotto a bassa temperatura con spinaci e crema di cipolle rosse. Dolce: frutta fresca di stagione.

MERENDA due prugne o una pesca

CENA

Antipasto: zuppa di carciofi. Piatto principale: merluzzo (oppure nasello o pesce bianco) al vapore con spinaci e pomodori secchi. Dolce: ananas al forno (per fare il pieno di antiossidanti, possiamo aggiungere all'ananas, consumato anche fresco, una spolverata di cannella in polvere).

GIORNO 3. MERCOLEDÌ 

APPENA SVEGLI un bicchiere di acqua e limone.

COLAZIONE un infuso di tarassaco • un caffè d'orzo dolcificato con miele grezzo o una tazza di tè verde • yogurt • cereali

SPUNTINO MATTINA una fetta di anguria o melone e due pomodori

PRANZO

Antipasto: peperoni saporiti (in alternativa: peperone ripieno. Lava un peperone, taglialo a metà togliendo i semi e le costole bianche. Ricava due barchette che disporrai in una teglia da forno. Per il ripieno: pela un pomodoro, tritalo e saltalo a fiamma vivace per 5 minuti in padella, con un cucchiaino di olio e uno spicchio di aglio. Versalo in una ciotola, elimina l'aglio e aggiungi 20 g di mollica di pane raffermo sminuzzata, un cucchiaino di capperi tritati, basilico e un filo d'olio. Sala leggermente, amalgama tutti gli ingredienti e riempi con il composto le barchette di peperone. Cuoci in forno a 180° C, per circa 40 minuti). Piatto principale: risotto al basilico con seppie e pomodori brasati. Dolce: frutta fresca di stagione.

MERENDA due prugne o una pesca

CENA

Antipasto: crema di radicchio rosso Piatto principale: zuppa di pesce con vellutata di scarola Dolce: budino alla frutta.

GIORNO 4. GIOVEDÌ 

APPENA SVEGLI un bicchiere di acqua e limone.

COLAZIONE un infuso di tarassaco • un caffè d'orzo dolcificato con miele grezzo o una tazza di tè verde • yogurt • cereali

SPUNTINO MATTINA una fetta di anguria o melone e due pomodori

PRANZO

Antipasto: verdura al vapore con salsa alla curcuma (la curcuma, spezia che ha un alto potere antiossidante e protettivo, è molto utile dopo un periodo in cui abbiamo ecceduto con grassi e alcolici. Per ottenere la salsina, mescola in una ciotolina un cucchiaino di questa spezia con due cucchiaini di acqua bollente e scorza di limone grattugiata. In alternativa, può essere sostituita con un'altra spezia di tuo gradimento). Piatto principale: scampo marinato con timo al limone, salsa all'arancia e ravanelli. Dolce: frutta fresca di stagione.

MERENDA due prugne o una pesca

CENA

Antipasto: vellutata di asparagi. Piatto principale: spezzatino di soia al curry (le bistecche di soia possono essere acquistate nei negozi di alimenti biologici o al supermercato. Si cucinano come la carne. In sostituzione, puoi concederti una porzione di zuppa di legumi accompagnata da 20 g di crostini di pane tostati). Dolce: carpaccio di pesche e cannella.

GIORNO 5. VENERDÌ 

APPENA SVEGLI un bicchiere di acqua e limone.

COLAZIONE un infuso di tarassaco • un caffè d'orzo dolcificato con miele grezzo o una tazza di tè verde • yogurt • cereali

SPUNTINO MATTINA una fetta di anguria o melone e due pomodori

PRANZO

Antipasto: passata di pomodoro San Marzano e basilico (in alternativa: insalata di pomodori e basilico). Piatto principale: medaglione di vitello speziato con pappa di pomodoro (in alternativa: filetto di vitello cotto brevemente alla piastra e condito con erbe aromatiche a piacere. Il tutto accompagnato da una porzione di verdura cotta). Dolce: frutta fresca di stagione.

MERENDA due prugne o una pesca

CENA

Antipasto: crema di zucca (al contrario di ciò che si pensa, la zucca contiene pochissime calorie. Uno studio condotto dall'Università di Parigi, inoltre, ha confermato il suo effetto saziante. É ottima, quindi, all'inizio del pasto. Piatto principale: triglia con fagiolini, patate alle erbe e riduzione di frutti rossi (in alternativa: cernia o altro pesce con patate: fai bollire due patate in acqua salata per 10 minuti. In una padella, fai dorare un cucchiaino di pinoli; prepara un trito con del prezzemolo e uno spicchio d'aglio. Cuoci in padella un filetto di cernia da 150 g. Nel frattempo, scalda un cucchiaino d'olio e rosola le patate, poi condiscile con i pinoli e il prezzemolo). Dolce: sorbetto alla prugna.

GIORNO 6. SABATO

APPENA SVEGLI un bicchiere di acqua e limone.

COLAZIONE un infuso di tarassaco • un caffè d'orzo dolcificato con miele grezzo o una tazza di tè verde • yogurt • cereali

SPUNTINO MATTINA una fetta di anguria o melone e due pomodori

PRANZO

Antipasto: misticanza di erbe selvatiche e aceto balsamico. Piatto principale: tortelli con crema di piselli, dragoncello e pomodoro crudo (oppure riso saltato con verdure: lessa 60 g di riso a chicco lungo. Nel frattempo, lava e pulisci 2 asparagi, elimina la parte più dura e tagliali a pezzetti. Riduci a fettine sottili un cipollotto e taglia a fili sottili una carota piccola. In una padella antiaderente, scalda un cucchiaino di olio, aggiungi le verdure e un cucchiaino di piselli freschi (o surgelati). Regola di sale e fai saltare i vegetali per circa 10 minuti, bagnando eventualmente con un po' d'acqua. Quando le verdure sono croccanti, unisci il riso, fai insaporire il tutto e gusta). Dolce: frutta fresca di stagione.

MERENDA due prugne o una pesca

CENA

Antipasto: terrina di verdura. Piatto principale: baccalà con pomodoro "cuore di bue" e passato di pomodoro giallo. Dolce: bavarese light di albicocche.

GIORNO 7. DOMENICA

APPENA SVEGLI un bicchiere di acqua e limone.

COLAZIONE un infuso di tarassaco • un caffè d'orzo dolcificato con miele grezzo o una tazza di tè verde • yogurt • cereali

SPUNTINO MATTINA una fetta di anguria o melone e due pomodori

PRANZO

Antipasto: verdure con salsa di yogurt (per ottenere la salsa di yogurt, in una ciotolina versa un vasetto di yogurt bianco e amalgama con un cucchiaio di senape, un cucchiaio di erba cipollina e un filo di olio). Piatto principale: variazione di ricciola con foglie di ostrica, asparagi e marmellata di pompelmo (in alternativa: filetto di ricciola con salsa agli agrumi. Pulisci il pesce e ricava 2 filetti. Per la salsa: pela un'arancia a vivo, eliminando la buccia e le pellicine che dividono i singoli spicchi, raccogliendo il succo che si forma. Trita delle erbe aromatiche, unisci un cucchiaino di olio, sale e pepe e versa a filo il succo degli agrumi. Alla fine aggiungi gli spicchi puliti. Cuoci i filetti di ricciola a vapore e condisci con la salsina). Dolce: frutta fresca di stagione.

MERENDA due prugne o una pesca

CENA

Antipasto: crema di cipollotti Nocerini con friarielli (in alternativa: zuppa di verdure miste di stagione). Piatto principale: rombo chiodato con pesche bianche, finocchi e composta di prugne (il rombo può essere sostituito con un filetto di orata e finocchi al vapore conditi con erbe aromatiche miste). Dolce: granita alla fragola.

Potrebbe piacerti anche:

Condividi questo contenuto

calcola il tuo peso ideale
calcola il tuo peso ideale

Aggiungi un commento

 (con http://)